Login


 Territorio ex USL 6 Livorno

La Conferenza dei Sindaci dell’Azienda USL Toscana nord ovest approva il Piano di area vasta e il presidente Lippi inizia un giro nelle Zone Distretto per l’elaborazione del PAL

PISA, 5 luglio 2016 – La conferenza aziendale dei sindaci della USL Toscana nord ovest ha approvato oggi (5 luglio) a Pisa il Piano di Area Vasta (PAV) 2016-2020 dell'area vasta nord ovest.

Gli amministratori presenti alla riunione, in rappresentanza delle 12 Zone Distretto hanno espresso 10 voti favorevoli e due contrari, quelli di Zona Livornese e Zona Alta Val di Cecina, espressi però con diverse motivazioni (il sindaco di Volterra Buselli ha comunque riconosciuto la bontà dell’impianto generale e dell’interazione tecnica e politica).

Nei loro interventi per le dichiarazioni di voto la maggior parte dei presidenti delle conferenze zonali, dopo aver dato un parere positivo sul piano, ha manifestato apprezzamento per lo sforzo compiuto e per il lavoro svolto in tempi molto rapidi dal direttore dell’Azienda USL Toscana nord ovest Maria Teresa De Lauretis e dal direttore per la programmazione sanitaria dell'area vasta nord ovest, Edoardo Majno, insieme ai loro staff, che hanno cercato anche di recepire le istanze provenienti dai singoli territori.

Ci sono state, comunque, da parte dei sindaci alcune osservazioni e indicazioni, che verranno tutte allegate al documento, ed è stata messa in rilievo l’importanza di privilegiare e sviluppare i temi della prevenzione e della sanità territoriale.

Da parte degli amministratori è stata inoltre segnalata la necessità di un maggiore e costante confronto con l’Azienda Ospedaliero-Universitaria e con l’Università di Pisa.

“L'approvazione del PAV – evidenzia Samuele Lippi, presidente della conferenza dei sindaci della USL Toscana nord ovest – è un primo passaggio essenziale, raggiunto attraverso un percorso condiviso con le 12 Zone Distretto. Questo documento rappresenta, infatti, un fondamentale punto di partenza, perché contiene l’impegno a garantire prestazioni socio-sanitarie adeguate ai nostri cittadini, con il mantenimento e, ove possibile, anche l’ampliamento dei servizi esistenti.

Adesso è però il momento di accelerare e dare concretezza alla nostra idea di sanità, cominciando a lavorare sul nuovo Piano Attuativo Locale (PAL), il documento che rappresenta lo strumento di programmazione strategica dell’Azienda sanitaria, da costruire attraverso il coinvolgimento di tutti i portatori di interesse. Per avere più tempo a disposizione, diamo la disponibilità mia e dell’esecutivo per programmare fin da subito, e quindi anche nel corso dell’estate, incontri nelle 12 Zone Distretto per avviare una necessaria fase di ascolto e poi di elaborazione del PAL”.

I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.Ulteriori Informazioni.

Accetto i cookie da questo sito.